Carrello Carrello 0 Prodotto Prodotti (vuoto)

Nessun prodotto

Per essere determinato Spedizione
0,00 € Totale

Pagamento

1. I mangimi industriali costituiscono un pasto completo ed equilibrato per il fabbisogno del nostro gatto?

Purtroppo la cattiva informazione e la scarsa conoscenza possono essere dannose per la salute del nostro gatto.

I gatti sono carnivori “obbligati”, ciò vuol dire che il gatto è stato progettato da Madre Natura in modo tale da soddisfare il suo fabbisogno nutritivo con grandi quantità di proteine animali. I mangimi purtroppo non garantiscono una vita lunga e sana al gatto, e in particolare:

  1. Utilizzo di troppe proteine vegetali rispetto a quelle animali

  2. Carico elevato di carboidrati

  3. Contenuto di acqua troppo basso

Moltissime malattie degenerative che si possono trovare in un animale domestico sono spesso il risultato di un’alimentazione a vita con del cibo cotto ed elaborato, al quale il gatto per natura non è predisposto. Non esiste un mangime equilibrato che si può dare per tutta la vita

2. È vero che i croccantini contengono tutto ciò di cui il nostro gatto ha bisogno e che prevengono il tartaro?

No! Moltissimi gatti che vengono alimentati con il cibo a secco prima o poi hanno problemi di denti, anche se mangiano solo e regolarmente quelle. Considerate soprattutto che i croccantini hanno un elevato contenuto di carboidrati che rovinano l’equilibrio ematico tra zucchero ed insulina, che il tratto urinario funziona molto meglio con una quantità adeguata di acqua che invece non è contenuto nei croccantini e che il gatto per sua natura ha un desiderio molto basso di bere e quindi ha bisogno di introdurre l’acqua attraverso il cibo.

Oltretutto a volte i croccantini sono talmente piccoli che vengono ingoiati interamente senza nemmeno essere masticati. Una persona che riesce a osservare una volta un gatto mentre mangia una preda o un pezzo di carne, si renderebbe subito conto della differenza.

3. Il gatto è diventato l’animale domestico per eccellenza. Non si è evoluto ed adattato al cibo confezionato?

Negli anni l’intervento dell’uomo nell’evoluzione del gatto ha influenzato le sue abitudini e la sua estetica: assortimento di razze, lunghezza del pelo, colore e carattere. Ma il gatto rimane un felino ed un predatore, e per quanto la sua fisionomia possa essere molto più vasta, il metabolismo, l’apparato digestivo e tutto ciò che riguarda le funzionalità interiori sono rimaste invariate. Basti pensare che ancora oggi il primo predatore di topi è proprio il gatto, e se il suo apparato digestivo avesse subito mutamenti questa caratteristica sarebbe scemata.

Oltretutto non c’è mai stata una selezione naturale di questo tipo: ci vorrebbero 10.000 anni ed il cibo in scatola è stato introdotto solo da 60. E’ quindi facilmente deducibile che un adattamento naturale necessità di un lasso di tempo molto più lungo!

4. Perché i Veterinari consigliano mangimi industriali?

Purtroppo sono pochi i veterinari esperti in nutrizione felina, e ciò che ci viene detto è fortemente influenzato dai rappresentanti delle grandi compagnie di cibo per animali e di conseguenza dal conflitto di interessi nascosto dietro la vendita di mangimi industriali, ricchi di carboidrati. Spesso, sia per scarsa conoscenza che per profitto, problemi derivanti dalla cattiva alimentazione dei nostri amici vengono giustificati con patologie legate alla genetica o all’ età.

Ma un numero sempre più crescente di veterinari americani esperti in nutrizione sta mettendo in guardia sull’utilizzo di cereali e cibo secco, fortemente ricchi di carboidrati.  

5. I Carboidrati sono utili o dannosi per la salute del nostro gatto?

Per gli esseri umani, come per i nostri amici felini, una sana dieta alimentare è alla base di una buona salute. I gatti sono animali strettamente carnivori ed è dalle proteine e dai grassi animali che ricevono tutto ciò di cui hanno bisogno.

L’elevato contenuto di cereali nei mangimi è dannoso per il gatto, in quanto può provocare diabete, obesità e disturbi intestinali. Gli unici a trarre vantaggio dall’utilizzo di carboidrati sono i produttori di mangimi: i cereali costano poco!

6. Troppe proteine fanno male alla salute del nostro gatto e alla funzionalità dei reni ?

Ricordiamo nuovamente che il gatto nasce come carnivoro “obbligato” e che la sua conformazione è fatta per assumere grosse quantità di proteine di buona qualità. Ciò che invece può danneggiare i reni sono le proteine scadenti come quelle provenienti di cereali, difficili da metabolizzare completamente.

7. È vero che non possiamo preparare un pasto completo per il nostro gatto se non affidandoci ai prodotti precotti e confezionati?

No, nessuno di noi si sognerebbe di ingerire cibi in scatola per tutta la vita, e lo stesso principio vale per i nostri animali. L’alimento è in stretta relazione con il nostro stato di salute. Nessun medico consiglierebbe una dieta a base di cibo conservato in scatola, ma tutti consigliano invece una dieta a base di cibo fresco, privo di additivi chimici e le cui materie prime siano più sane possibile.

Ovviamente dobbiamo considerare le necessità del nostro gatto e non offrirgli gli avanzi del nostro pasto o esclusivamente carne cruda senza la commistione di altri ingredienti.

8. La carne cruda è dannosa? Può contenere parassiti e/o vermi?

Consideriamo innanzitutto che le prede del gatto non sono sterili, e se effettivamente la carne cruda poteva rappresentare un pericolo probabilmente ad oggi non sarebbero più esistiti gatti selvaggi. Si parla facilmente di Salmonella, vermi ecc. senza ricevere mai ragguagli interessanti.

Considerate che l’intestino del gatto è molto corto e che gli alimenti crudi vengono digeriti molto più velocemente e di conseguenza gli elementi patogeni vengono espulsi prima che possano creare problematiche. Inoltre c’è da considerare che non tutta la carne è automaticamente infetta o cattiva e che certe patologie sono più comuni nei consumatori di carni in scatola. La carne cruda viene sterilizzata attraverso il congelamento che uccide i vermi.

Il pericolo di infezioni può aumentare se si mischia la carne cruda col mangime, in quanto il mangime resta molto più tempo nell’intestino. 

9. Le ossa possono essere pericolose?

Le ossa diventano pericolose quando vengono COTTE, in quanto si seccano e si scheggiano, ed ovviamente questo potrebbe diventare un pericolo per i nostri amici animali. Diversamente le ossa CRUDE sono elastiche, piuttosto morbide, quindi difficili da scheggiarsi.

I migliori allevatori usano questo tipo di alimentazione da più di 20 anni e non hanno mai avuto problematiche inerenti alla presenza di ossa nel cibo. Il pericolo è minimo, soprattutto considerando che i gatti per natura predano animali di cui poi si nutrano, anch’essi provvisti di ossa.

10. E’ difficile o sconsigliato preparare in casa il cibo per i nostri gatti?

No! Nonostante vogliano farci credere il contrario l’alimentazione del gatto non è un mistero!

Basta un po’ di buon senso e di conoscenza base per offrire al nostro gatto un’alimentazione sana ed equilibrata. Bisogna fare attenzione ad alcuni punti:

  • RICORDA che il gatto si alimenta in modo completamente diverso da noi

  • PENSA a cosa mangia il gatto in natura

  • PRENDITI un po’ di tempo per leggere qualcosa in materia